MARIA CRISTINA DI SAVOIA LA REGINETTA SANTA DI NAPOLI

MARIA CRISTINA DI SAVOIA LA REGINETTA SANTA DI NAPOLI
MARIA CRISTINA DI SAVOIA LA REGINETTA SANTA DI NAPOLI MARIA CRISTINA DI SAVOIA LA REGINETTA SANTA DI NAPOLI MARIA CRISTINA DI SAVOIA LA REGINETTA SANTA DI NAPOLI
Marca: CARAMANICA EDITORE
Stato: Disponibile
Autore: Marcello Caliman
Editore: Caramanica editore
Pubblicazione: 2014
Pagine: 51
Lingua: Italiano
Prezzo: 10,00€
Qtà:  Acquista
   - O -   

LA FAMIGLIA REALE DI MARIA CRISTINA
Ancora una volta la storia del nostro Golfo di
Gaeta si fonde con quella dell’Italia e la devo-
zione religiosa locale con quella della Chiesa
universale.
Sabato 25 gennaio 2014 è stato un giorno lieto
per la Chiesa Cattolica, per le città di Napoli e
di Cagliari, per la storia italiana, e anche per
Gaeta, che l’ha avuta ospite sul suo suolo.
È stata dopo ben due secoli dalla nascita
proclamata Beata Maria Cristina, Carlotta Giu-
seppa Gaetana Efisia di Savoia, figlia di Re Vit-
torio Emanuele I e regina delle Due Sicilie per
matrimonio; sua madre era Maria Teresa, nata
arciduchessa d’Asburgo - Este.
In un’intervista il postulatore della causa di
beatificazione padre Giovan Giuseppe Califano
OFM ha fatto rilevare che "sicuramente in
Maria Cristina di Savoia, educata in modo
molto religioso e sobrio dalla madre, aveva
fatto breccia l’esempio e la fede dei suoi santi
avi. Tra essi vanno menzionati il beato Amedeo
IX di Savoia (1455 — 1472) il cui culto fu con-
fermato da Innocenzo XI nel 1677; la Venerabile
Francesca Caterina di Savoia (1595 — 1640) e
sua sorella Maria, terziaria francescana (1594 —
1656), fondatrici delle Figlie di Santa Maria di
Oropa; la beata Margherita di Savoia, monaca
I domenicana. Più vicini a Maria Cristina furono
i suoi santi zii: il fratello del padre, Carlo Ema-
nuele IV che, dopo avere perduto il Piemonte,
divenuto francese con Napoleone, aveva abdi-
cato nel 1802 proprio a favore del padre di
Maria Cristina. Profondamente pio, aveva sposato
Maria Clotilde Saveria Borbone, sorella dell’in—
felice Luigi XVI, condividendo con lei una vita
di profonda fede e carità. I due sovrani si di-
stinsero per semplicità di vita, carità intensa,
preghiera alla quale dedicavano buona parte
del loro tempo e armonia di intenti e affetti.
Maria Clotilde morì in esilio a Napoli nel 1802
e nel 1808, per volontà espressa del Papa, ad
appena sei anni dalla morte venne dichiarata
Venerabile e fu aperta la sua causa di canoniz-
zazione. Il marito che l’aveva profondamente
amata, ritornò quindi a Roma .......

Scrivi una recensione

Il Tuo Nome:


La Tua Recensione: Nota: Il codice HTML non è tradotto!

Punteggio: Negativo            Positivo

Inserisci il codice nel box di seguito:



Libreria Alges
Libreria ALGES, Sede Legale Via G. Buonomo 63, 04024 Gaeta (LT)
Tel. +39 0771/462861 - info@alges.it - P.IVA 01851810596
Powered by DANZO Mauro